Consigli

Consigli per scegliere un Cucciolo di Lagotto Romagnolo. Caratteristiche della razza. Lagotto Romagnolo adatto per famiglie e bambini. Lagotto Romagnolo allevamenti seri.

Il nuovo componente della famiglia ha 4 zampe

Capire se ci sono le condizioni per accogliere un cucciolo in famiglia è il primo passo responsabile da compiere. Sopratutto per quelle famiglie, e capita spesso, che non hanno mai avuto un cane.

Spesso è l’insistenza dei bambini. Avvicinandosi ai dieci anni il desiderio di avere un cucciolo è forte e anche le argomentazioni diventano più convincenti. Ecco che il passo è fatto.

Su questo sito abbiamo spesso scritto del carattere, del temperamento, della dimensione e altre particolarità del Lagotto Romagnolo.

Il Lagotto Romagnolo è il cane ideale come cane da compagnia per la famiglia e bambini.

Il nostro compito è anche quello di cercare famiglie adatte per i nostri cuccioli. Famiglie che desiderano avere un legame stretto con il proprio cane ed essere dei “buoni padroni”. Con la consapevolezza che un Lagotto vive circa 15 anni e che dipenderà da loro ogni giorno.

Adottare un cane non stravolge la vita della famiglia, ma sicuramente richiederà tempo ed energia. Porrà anche dei limiti. Come le uscite e le vacanze saranno condizionate dalla sua presenza.

I vantaggi di avere un cane in famiglia sopratutto per i bambini sono enormi.

L’affetto che ci danno questi animali è inspiegabile. Come la sensazione di benessere quando ci accolgono al nostro rientro. Una passeggiata con il nostro amico a 4 zampe è un tocca-sano per la mente.

In fondo un cane non chiede tanto, ma gli serve tutti i giorni.

Siamo pronti ad accogliere un cucciolo?

La razza del cane è importante. Ad esempio cani da guardia avranno esigenze diverse dai cani da caccia. Cambierà l’educazione o la necessità di moto. Dovremo saper gestire e soddisfare gli istinti naturali del nostro cane.

Per chi sceglie il Lagotto Romagnolo il percorso che porta a capire se siamo pronti ad adottare un cucciolo è assai semplificato.

Il Lagotto Romagnolo è una razza  che non ha controindicazioni. Le sue richieste per far di noi dei “Bravi Padroni” sono quelle di un cane da compagnia a cui piace il divano, la casa e uscire per un pò di svago.

Quando si decide di prendere un cucciolo, di qualsiasi razza o non razza sia,  dobbiamo tener presente una cosa fin troppo scontata:

Tutti i cani fanno i bisogni, necessitano di stare in salute psico-fisica quotidianamente, e vivono molti anni, e invecchiano! 

E allora! Pochi quesiti che come un test ci possono aiutare a capire se siamo pronti per accogliere un cane nella propria famiglia.

Tutta la famiglia è d’accordo a prendere un cane?

Il Cane dovrà essere parte integrante della famiglia, e come tale relazionarsi con tutti. Non dovrà mai diventare elemento di divisione e rivendicazioni del tipo: “L’hai voluto e adesso….” sarebbe una catastrofe!!

La convivenza con il cane ci sarà inevitabilmente per tutti e per questo motivo tutti dovranno essere favorevoli al suo arrivo a casa.

Nel tempo capiterà anche ai più restii di doversi occupare e relazionarsi con il cane di famiglia.

Se in casa ci sono già altri animali, deve essere valutata attentamente anche la possibilità di convivenza tra di loro. Sto pensando alle situazioni più comuni di altri cani o gatti.

Ho sufficiente spazio e tempo per tenere un cane?

Conoscere la razza del proprio cucciolo  facendosi aiutare ad esempio dall’allevatore  è importante per valutare bene.

Lo Spazio può rappresentare un limite per chi dispone di un appartamento casomai piccolo. Sopratutto se pone la sua attenzione a razze di cani dalle dimensioni grandi o estremamente energici.

Il Lagotto Romagnolo non ha bisogno di spazi a lui dedicati. Individuerà lui stesso il posto più confortevole per fare i suoi riposini. Dove mettere le ciotole sarà invece nostra cura. Avere un giardino o una terrazza rende la gestione di un cane più semplice.

Lo spazio di per se però non assicura la felicità del nostro Lagotto. Chi pensa che avendo molto spazio da mettere a disposizione del proprio cane dovrà dedicargli meno tempo commette un errore.

Il Tempo è un elemento fondamentale per chi decide di avere un cane. E anche per questo è importante che tutta la famiglia sia favorevole all’arrivo del nuovo compagno.

Oltre che per fare i bisogni il cane ha bisogno di svagarsi, giocare ed avere contatti con l’esterno. E’ importante per far esercizio fisico e per la sua psicologia. Serve per rimanere un cane equilibrato e piacevole per la famiglia.

Il tempo da dedicare al proprio Cane dovrà essere di qualità!

Il nostro Lagotto può sicuramente passare una parte della giornata da solo in casa o in giardino. Sarà ugualmente felice se poi ci dedichiamo a lui, a farlo divertire e svagare in qualunque modo sia.

Ugualmente non sarà sufficiente far stare con noi in casa tutto il giorno il nostro Lagotto. Sicuramente non si sentirà solo, ma sarà annoiato se non troviamo un po di tempo per fare almeno una passeggiata.

Quale impegno economico dovrò sostenere?

Conoscere la razza è importante per valutare bene le spese. L’allevatore può fornire utili informazioni. Il costo iniziale del cucciolo rappresenta solo una parte, spesso la più piccola delle spese che dovremo sostenere per il nostro cane. Per questo siamo convinti che risparmiare sul prezzo iniziale del cucciolo ha poco senso. Sopratutto se poi dovremo spendere di più sulla salute o sulla rieducazione del cucciolo. Per altro senza avere la certezza di riuscire a rimediare.

Le spese veterinarie rappresentano un costo importante. Prendersi cura del cane vuol dire fare i richiami dei vaccini annuali. Considerare imprevisti o malattie che esattamente come per gli uomini possono colpire il nostro fedele amico. La vecchiaia inoltre richiederà sicuramente maggiori attenzioni e cure.

Il mangiare deve essere di prima qualità per ogni cane. L’alimentazione è la sua salute. Il Lagotto Romagnolo per la sua stazza non è un cane che mangia grosse quantità. Ma il cibo seppur secco quando di prima scelta ha un costo.

Altre spese possono riguardare gli oggetti del cane come la cuccia e le ciotole, i giochi e il trasportino. La toelettatura e l’igiene. Corsi di educazione.

In vacanza con il Cane?

Anche le vacanze sono influenzate dalla presenza in famiglia di un cane. Sono piccoli sacrifici che il cane sa ricompensare. Le vacanze con il cane sono possibili. Dovremo scegliere quei posti dove i cani sono accettati. Se ci assenteremo per brevi periodi dovremo sapere a chi potremo chiedere di occuparsi del nostro amico.

E’ giunto il momento di accogliere un cucciolo?

L’arrivo a casa di un cucciolo è fantastico. Un cane come compagno di vita è entusiasmante. A volte penso che la famiglia senza un cane sia incompleta. Sicuramente la mia lo sarebbe.

Dovremo però riconoscere e capire se siamo pronti ad accogliere un cucciolo e se la razza scelta fa veramente al caso nostro.

Se non abbiamo le condizioni di tempo, spazio o la possibilità di fare qualche piccolo sacrificio è meglio rimandare il momento di adottare un cucciolo.

viaggiare cane lagotto

Viaggiare con il proprio cane. A spasso con il Lagotto

Il primo viaggio del Lagotto è certamente quello del cucciolo che lascia il nostro allevamento. In seguito sicuramente capiterà di pianificare una vacanza con il cane. La scelta del mezzo di trasporto è certamente legata alla destinazione da raggiungere. L’età del cane o un viaggio all’estero richiedono documentazioni e certificati di salute specifici per le diverse situazioni. Proviamo a vederne alcune.

Viaggiare con il proprio cane: Documentazione

  • Passaporto: Si fa presso l’ASL ( Azienda Sanitaria Locale) dove si trova anche l’anagrafe canina. Dovremo avere con noi il Lagotto Romagnolo per la lettura del microchip e dovremo pagare un importo che può variare da regione a regione. Requisito per ottenere il passaporto è semplicemente che il cane sia dotato di microchip.
  • libretto vaccinazioni: E’ il libretto che consegnamo il giorno dell’affido del cucciolo è che viene regolarmente aggiornato dal veterinario ogni volta che facciamo il richiamo vaccini.
  • antirabbica: E’ una vaccinazione NON OBBLIGATORIA in Italia. L’Italia infatti non è un paese a rischio. Si può fare solo dopo che il cucciolo ha compiuto i tre mesi di età.
  • certificato di buona salute: E’ un certificato rilasciato dal veterinario che dopo una visita generica appunto sullo stato di salute del cucciolo rilascia certificazione.
  • Contatto con selvatico: E’ una autodichiarazione fatta dal proprietario del cucciolo. Quando il cucciolo non ha compiuto ancora le 12 settimane necessarie per vaccinazione antirabbica.

Viaggiare con il Lagotto Romagnolo da cucciolo e da adulto: Automobile, areo, nave, treno

  • In Auto: Il primo viaggio, quello del cucciolo che lascia il nostro allevamento generalmente avviene su una coperta e sulle gambe di un bambino della famiglia che accoglie il cucciolo. Anche viaggi piuttosto lunghi sono ben tollerati dai piccoli Lagotti. Passate le prime curve il cucciolo generalmente trascorre il tempo dormendo. Un po lo stress, un po la nuova situazione, meglio farci una dormita sopra. Successivamente il viaggio andrà fatto in estrema sicurezza utilizzando cinture di sicurezza come quella del Lagotto nella foto o con idonei trasportini. Alcuni Lagotti si trovano immediatamente a suo agio con la macchina, altri impiegano un po di tempo per accettarla. In questi casi è importante fare associazioni positive all’andare in macchina: qualche premio o una meta per andare a fare una bella passeggiata.
  • In Aereo: Quella di utilizzare l’aereo come mezzo di trasporto è una soluzione da valutare quando proprio non ne possiamo fare a meno. Fino a quando il Lagotto è cucciolo e il suo peso lo consente può essere accompagnato con noi in cabina. In fin dei conti non è neanche troppo male visto che il trasferimento in macchina sarebbe effettivamente assai lungo. Le compagnie aeree hanno ciascuna le sue regole. In generale sono richiesti i tre mesi di età e il peso complessivo non deve superare gli 8 Kg. Il cucciolo deve essere in regola con le vaccinazioni certificate dal libretto sanitario. Deve essere utilizzato un trasportino idoneo ATA, e possedere un biglietto per il cucciolo. Il certificato di buona salute può semplificare i controlli anche quando non esplicitamente richiesto. Quando la destinazione è all’estero le cose si complicano un po come vedremo successivamente.
  • In Nave: Alcune compagnie mettono a disposizione una cabina idonea a viaggiare con il proprio cane. Sono richiesti i tre mesi di età, essere in regola con le vaccinazioni e talvolta il certificato di buona salute. Anche in questo caso se ci stiamo dirigendo all’estero dovremo tener conto di quelle che sono le norme del paese di arrivo.
  • In Treno: Il viaggio in treno è generalmente comodo e ben accettato dal cucciolo. Comodo e facilmente gestibile anche con un Cane Lagotto Adulto. Non vi sono particolari controlli sulle certificazioni del cane per salire a bordo. Riporto il link delle ferrovie dello stato per le informazioni di dettaglio per il trasporto degli animali domestici.

Viaggiare con il Lagotto Romagnolo: In Italia, nella comunità europea, fuori dall’UE

Per viaggiare in Italia sarà sufficiente rispettare le regole sopra descritte. E’ necessario informarsi con la compagnia di riferimento se viaggiamo in nave o in aereo.

Nella comunità Europea i cuccioli fino a 12 settimane possono circolare senza vaccinazione antirabbica. Certamente non in nave o in aereo poichè tutte le compagnie richiedono i tre mesi di età del cucciolo. Dopo le 12 settimane i cuccioli devono essere vaccinati anche per la rabbia da almeno 21 giorni. In altre parole i cuccioli tra la 12ma e la 15ma non possono uscire dall’Italia. Per il cane adulto sarà sufficiente il richiamo annuale per la rabbia o da 21 giorni se è la prima volta.

Sarà dunque necessario il passaporto, Libretto vaccinazioni in regola

Per entrare in Svizzera un cucciolo sotto le 12 settimane dovrà avere anche la dichiarazione di non aver avuto contatti con selvatico e certificato di buona salute redatto da Veterinario.

Per viaggiare fuori dalla Comunità Europea verosimilmente parliamo di aereo o nave, in ogni caso dovremo aspettare certamente almeno le 15 settimane per la questione Rabbia precedentemente illustrata. A questo punto dovremo accertarci presso l’ambasciata del paese di destinazione delle eventuali certificazioni necessarie. Talvolta vengono richiesti esami del sangue o controlli specifici o vaccinazioni per patologie tipiche del paese di destinazione. Una metà abbastanza frequente sono gli USA, ed essere in regola con la documentazione diventa fondamentale per evitare l’isolamento in quarantena per il nostro cane per la mancata corretta certificazione.

Ci sono agenzie specializzate nel trasporto di animali domestici che per viaggi  importanti possono essere di valido aiuto. BLISSPET o IPATA

Una vacanza in Camper con il proprio animale domestico è un esperienza positiva e con molti benefici, i documenti dovranno certamente essere in regola, ma finita la parte burocratica….. il Lagotto Romagnolo è un eccellente compagno di viaggio.

Scegliere l’ Allevamento e il cucciolo di Lagotto.

Scegliere un cucciolo di Lagotto Romagnolo in Allevamento fornisce delle garanzie. L’allevatore sarà sempre a disposizione per supportare con consigli per la gestione del cucciolo. Come comportarci  per l’inserimento e anche come proseguire con l’educazione.

Difficilmente un Allevamento vi consegnerà un cucciolo senza spiegazioni su chi sono i genitori, quali garanzie di salute e quali presupposti sono stati creati intorno a quella cucciolata.

Saprà spiegare ed aiutare a capire la razza a chi non la conosce. Se come noi, chi Alleva ha anche la passione di andare a tartufi saprà fornirvi preziosi consigli nell’addestramento.

Se il cucciolo oltre ad essere un eccellente Lagotto da Compagnia sarà anche un brillante cane da Tartufi, non possiamo che esserne tutti soddisfatti. In un Allevamento il cucciolo non viene ceduto a chiunque.

Queste sono prerogative degli Allevamenti e di nessun altra figura che può cedere cuccioli.

Nonostante la premessa è sempre bene fare una visita in Allevamento per vedere i cuccioli e conoscere chi li Alleva.

Scelta dell’Allevamento Lagotto Romagnolo

La scelta dell’allevamento credo sia analoga per importanza e modalità alla scelta che facciamo noi dei futuri proprietari dei nostri cuccioli.

Un meccanismo di fiducia e stima reciproca che spesso nasce già dalla prima telefonata.

Ci sono alcuni elementi che aiutano nella scelta dell’allevamento. Aspetti oggettivi che distinguono Allevatori il cui primo obiettivo è quello economico da coloro che allevano pensando prima al benessere dei propri cuccioli.

  • I test genetici sui genitori, non possono essere considerati una cosa in più. Sono fondamentali per GARANTIRE l’esenzione da alcune patologie del cucciolo. Patologie che possono manifestarti anche successivamente alla cessione.
  • Radiografie anche e gomiti dei genitori, sono esami costosi le cui informazioni sono preziose per chi alleva seriamente. Allevatori che fanno le radiografie ai propri cani danno sempre evidenza degli esiti.
  • Il Pedigree non giustifica alcuna differenza di prezzo.
  • L’allevatore deve mostrare la capacità di poter supportare il futuro proprietario con competenza e disponibilità.
  • La Struttura dell’allevamento, Come sono tenuti i cani presenti in Allevamento. Gli spazi a loro dedicati. Dove vengono allevati i cuccioli. Aiutano a capire se il cucciolo di Lagotto romagnolo è cresciuto in un ambiente sano o se è solo merce.
  • Troppe Cucciolate, Allevare una cucciolata porta via molto tempo. La presenza di tante cucciolate contemporaneamente presenti in allevamento può far nascere dei dubbi.

Scegliere l’ Allevamento. La visita al Cucciolo di Lagotto Romagnolo

Per scegliere l’allevamento di Lagotto la visita è fondamentale. Il momento che fornisce moltissime informazioni e sensazioni. Spesso avviene ancor prima che i cuccioli siano nati. Altre volte oltre all’allevamento potremmo visitare anche il cucciolo.

Quando è iniziato lo svezzamento e i cuccioli si muovono con discreta disinvoltura, iniziano anche le prime interazioni. Siamo intorno alla quarta settimana ed è un buon momento per effettuare la nostra visita in Allevamento.

Si può verificare lo stato di salute della Madre e valutare le cure nutrizionali e di igiene riservate ai cuccioli.

Ancora qualche settimana e il carattere del Cucciolo comincia a mostrarsi. Il lavoro di socializzazione fatto in Allevamento inizia a portare i suoi frutti.

Dove il cucciolo è nato e dove ha passato i suoi primi due mesi è decisivo per il carattere da adulto. La visita in Allevamento deve aiutare a capire il passato del cucciolo che porteremo a casa.

Scegliere il Cucciolo di Lagotto Romagnolo

E’ stata dura. Abbiamo selezionato l’Allevamento tra quelli che avevano Cuccioli disponibili. Probabilmente abbiamo fatto anche diversi chilometri per visitarlo. E adesso l’intera cucciolata di Lagotto Romagnolo è proprio di fronte a Noi. Qualche cucciolo è interessato alla nostra presenza. Un’altro ha sonno o fa il birbone.

Il momento è topico. Sono tutti fantastici, ma ne sceglieremo solo uno.

Se i cuccioli sono entrati nella quinta settimana hanno una discreta autonomia e allora capita che il cucciolo faccia la prima mossa.

In una cucciolata omogenea la scelta di un cucciolo di Lagotto Romagnolo da Compagnia può avvenire anche così. In modo romantico.

Se la richiesta è per un cucciolo che oltre a vivere la famiglia andrà anche a tartufi, il parere di chi ha allevato la cucciolata è determinante.

Confrontarsi con chi ha allevato i cuccioli fin dalle nascita e capire insieme quali situazioni sono più congeniali porta benefici ai proprietari ai cuccioli e fa stare sereno chi li ha allevati.

 

 

Lagotto Romagnolo Salute Carattere Prezzo

Carattere del Lagotto Romagnolo

Il carattere del Lagotto Romagnolo è eccezionale. Il carattere del cane è da ritenere un aspetto della salute e determinato fin da un cucciolo. Basti pensare ai cuccioli che dal giorno della loro nascita vivono in un box senza fare alcun tipo di esperienze.

La vicinanza dei fratelli e della madre a ben poco serve. Cuccioli cresciuti in tali condizioni, e ve ne sono molti, non hanno alcun sviluppo caratteriale. Sono cuccioli psicologicamente depressi.

Cuccioli che sviluppano timidezze e paure, che non stanno bene, sicuramente non felici. Non si possono definire cuccioli in salute.

Conoscere la razza e anche le linee di sangue, consente di avere molte informazioni per la gestione dei cuccioli nei loro periodi di crescita.

Il carattere ha sicuramente una componente genetica, ma i fattori ambientali sono ben più determinanti.

Il compito di un allevatore è crescere cuccioli felici. La sfida e riuscire a capire come sarà il cucciolo da adulto. In base a questo trovare la sua migliore sistemazione in famiglia.

Lagotto Romagnolo – Allevare pensando alla Salute

Il Lagotto Romagnolo è un cane rustico e resistente. Vi sono tuttavia alcune patologie tipiche della razza che hanno una componente esclusivamente genetica. Altre malattie hanno una forte dipendenza da fattori ambientali che risultano predominanti sui fattori genetici. Sto pensando alle displasie.

L’alimentazione del Lagotto Romagnolo come nell’uomo è spesso la prima causa come l’attività fisica e lo stile di vita in generale. Esperienze ed attività nei vari periodi di crescita.

Un’alimentazione di prima qualità e lo stile di vita che proponiamo al nostro cane Lagotto sono fondamentali.

Dal nostro punto di vista, che alleviamo Lagotto Romagnolo, è importante utilizzare al meglio anche gli strumenti che la genetica fornisce.

Il Lagotto Romagnolo è una razza giovane e la cultura che vi è intorno a questa razza non è al livello di altre razze.

Allevando Labrador, mi rendo bene conto come alcune pratiche di allevamento siano consolidate e richieste tra gli stessi allevatori.

Gli esami genetici, i risultati delle radiografie per le displasie, le visite oculistiche annuali e anche altro, sono necessarie per poter pensare ad un accoppiamento con un maschio fuori dal proprio allevamento.

Fornire le certificazioni genetiche e gli esami sostenuti dai genitori ai futuri proprietari è fatto comune. Informazioni che sono pubblicate sul proprio sito dell’allevamento. Una trasparenza che danno gli allevatori sui propri riproduttori e sulla cucciolata. Informazioni che spesso sono anche richieste dai futuri proprietari o se preferite clienti.

Molti allevamenti lo fanno in Italia e certamente all’estero. Informazioni che in Italia non è dovuto dare, ma che collaborando con allevamenti esteri sta diventando prassi.  Per fortuna anche per il Lagotto Romagnolo si sta diffondendo.

In molte nazioni d’Europa, per non parlare degli Stati Uniti, le esenzioni dei genitori da alcune patologie sono a termine di legge. I futuri proprietari le chiedono e le vogliono conoscere prima di acquistare un cucciolo.

Sia chiaro, ciò non garantisce la salute dei cuccioli su tutte le patologie possibili di un cane, su alcune si, ma vi sarà sempre una minor incidenza relativamente alle patologie tipiche della razza.

Per il Lagotto Romagnolo molto è stato fatto, ma per riuscire a salire su un piano superiore ancora dobbiamo fare.

Parliamo di una razza italiana recuperata recentemente e impiegata per decenni quasi esclusivamente come cane da lavoro. Questo è il principale scoglio da superare per portare il Lagotto al pari di altre razze.

Spero che presto non sarà più sufficiente dire: “i miei cani sono sani”, e vissero tutti felici e contenti.

E’ compito degli allevatori fare selezione e migliorare il patrimonio genetico della razza, pensando a salute e carattere, che per noi è la stessa cosa.

E’ compito dei futuri proprietari di cuccioli di Lagotto fare selezione tra gli allevamenti per innalzare l’asticella per tutti. Il Lagotto Romagnolo potrà solo beneficiarne.

Con queste parole non vogliamo parlar male di nessun. Non è nostro costume parlare male, tanto meno di chi non conosciamo. Ci fa piacere quando incontriamo qualcuno che la pensa come noi, e se possiamo, serenamente collaboriamo.

Abbiamo esposto ciò che per nostra esperienza verifichiamo quotidianamente con i nostri cani  e confrontandoci con allevamenti e futuri proprietari di due diverse razze.

Lagotto Romagnolo: Il Prezzo del Cucciolo

Il Lagotto Romagnolo è un cane di razza e anche il prezzo del cucciolo di Lagotto può dare importanti informazioni su come è stato allevato e concepito il cucciolo.

Tenendo presente quanto appena esposto sulla salute e sul carattere del Lagotto, sono evidenti i costi e il tempo necessario per concepire e allevare con rispetto una cucciolata.

Un prezzo basso ci dice che sicuramente i costi di allevamento, di certificazione dei genitori e le attenzione necessarie per il corretto sviluppo psicologico e caratteriale del cucciolo non sono presenti in quella cucciolata.

Il prezzo diventa un elemento di scelta, un indice di qualità, passatemi il termine. D’altro canto questa non è una novità.

Vedere riconosciuto il proprio lavoro è il minimo. Le soddisfazioni sono i nostri cuccioli e i ritorni dei loro nuovi proprietari, le loro nuove famiglie.

Eppure, anche se parliamo di animali con persone che amano gli animali, il prezzo basso trae ancora qualcuno in inganno.

Per chi accoglie un cane nella propria famiglia, il prezzo iniziale del cucciolo incide minimamente sulle spese di mantenimento di un cane.

Il Lagotto Romagnolo è un cane rustico, una razza che non presenta particolari problemi di salute. Nonostante ciò, le spese per un alimentazione sana, i vaccini e le spese veterinarie in generale rimangono preponderanti sul prezzo iniziale del cucciolo.

 

Il Lagotto Romagnolo ha un temperamento mite, un carattere equilibrato ed è collegato al proprio padrone. Fedele e amoroso, è un cane da compagnia ideale per la famiglia e adatto ai bambini. La pubblicazione della foto in copertina di questo articolo ci è stata gentilmente concessa da una famiglia che ha una nostra cucciola.

Gli piace giocare e per l’addestramento viene sfruttata questa sua indole. Potrà compiere i più impegnativi comandi di obbedience senza alcuna fatica.

Alle sue origine il Lagotto Romagnolo era un eccellente cane da riporto. Questa sua caratteristica è ancora oggi ben viva, potremo stare ore a lanciargli un oggetto e farcelo riportare.

La sua intelligenza, il temperamento mite e privo di aggressività, lo rendono un cane assai apprezzato dalle famiglie.

Il Lagotto Romagnolo non è un cane impegnativo. Sa stare al suo posto fin quando non si decide che è arrivato il suo momento, a patto che comunque arrivi.

Il Lagotto Romagnolo è definito un cane da lavoro. In realtà è un cane che sa compiacere il proprio padrone per questo lo troviamo in manifestazioni di agility, obedience. Qualunque sia il lavoro per il Lagotto Romagnolo  è un gioco.

Particolarmente indicato per i bambini e di recente consigliato per pet-terapy.

Dalle dimensioni contenute è adatto per vivere in casa, non è un cane abbaione. La sua diffusione in Italia ma anche all’estero, sta avendo una crescita esponenziale, merito delle sue sempre più apprezzate qualità come cane da Compagnia.

Il Lagotto Romagnolo non cambia pelo. Il suo pelo fitto e riccioluto non si perde per casa. Il suo mantello ha una crescita costante che richiede un paio di toelettature all’anno. Anche per questa caratteristica è un cane sempre più cercato anche da chi vive in appartamento.

Personalmente mi è capitato di vedere un lagotto stile rasta. Nonostante attirasse l’attenzione di tutti i passanti, diciamo che non è proprio il massimo.

Al Lagotto Romagnolo non piace affatto essere rimproverato. Diventa permaloso, e quando capita che dobbiamo sgridarlo, non dobbiamo mai esagerare. Lui capisce alla prima e se insistiamo si offende la sua fine intelligenza.

Con queste qualità, i padroni dai modi bruschi e scattosi non riescono ad avere alcun rapporto con il Lagotto Romagnolo. Spesso con nessun cane, ma nel caso particolare sono proprio incompatibili.

Il Lagotto Romagnolo è dotato di enorme pazienza ed intelligenza. Qualità delle quali ha piena coscienza e per questo sa aspettare il momento del gioco o delle coccole.

Può stare per ore a fissarti instancabilmente con occhi languidi, e quando chiamato per due carezze o per giocare o per una passeggiata, in pochi istante diventa attivissimo, scodinzola e manifesta tutta la sua contentezza.

Ideale per i bambini perché possono diventare compagni di giochi inseparabili.

Acuto al punto da capire dal tuo abbigliamento cosa sta per accadere…uscita, e vai!!!